Peso e "body shaming": questo è un mondo solo per magri?

Oggi inauguro una nuova rubrica qui sul blog in cui parliamo di un argomento random, ma di solito abbastanza attuale, che mi ha colpito. Mi interessa molto conoscere la vostra opinione in merito e, perchè no, innescare uno scambio di idee.
L'argomento con cui ho scelto di iniziare è, come avrete già capito dal titolo, quello che riguarda il rapporto che ciascuno di noi ha con il proprio corpo, ma anche come questo viene percepito dagli altri.

peso body shaming

In realtà quello che ha fatto scattare in me la molla è stato aver visto un video di una famosa youtuber che dava qualche suggerimento di outfit per ragazze definite "curvy", ovvero con una taglia che si aggira intorno alla 46-48. Tutto bene, voi direte, un video interessante per chi non vuole indossare abiti non adatti alla propria corporatura, nè tanto meno "abiti della nonna". Oltretutto la youtuber si diceva contenta del proprio corpo e diceva di amare ed esaltare i propri punti di forza. Tutto bene anche qui, se non fosse che la suddetta youtuber (il nome è irrilevante) qualche giorno dopo pubblica una sua foto sui social totalmente ritoccata in cui ridefinisce in maniera abbastanza evidente, anche a un occhio poco esperto, la propria silhouette. Delusione. Un messaggio così ben veicolato rovinato da cosa? Dalla paura di essere insultata o giudicata fuori forma dai followers? O dalla voglia di aderire sempre e comunque agli stereotipi da social network?
A volte mi capita di soffermarmi a leggere i commenti sotto le foto delle influncer e blogger più famose e mi rendo conto di quanta cattiveria gratuita spessissimo impregni i commenti. E no, non è "normale perchè stanno sul web", sono normali le critiche costruttive, le opinioni educate, gli insulti non sono normali! Ad ogni modo, superata l'amarezza iniziale mi sono chiesta, questo è davvero un mondo solo per magri? Quanto della filosofia "curvy" è davvero accettato dalla società? Secondo me molto poco, soprattutto online. La magrezza è ancora lo stereotipo per eccellenza, e non solo, lo è soprattutto la mancanza di difetti, perchè anche se sei magra puoi avere comunque la cellulite, puoi avere un seno molto piccolo, e anche lì scatta la critica, il giudizio.
Difficile riuscire ad accettarsi in una società del genere, questo è certo, per una miriade di motivi. Sei bassa, sei troppo alta, hai qualche chilo in più, sei magra e non hai forme, hai le labbra sottili, il naso pronunciato, ma quello che io mi chiedo, è davvero così importante? Questo è davvero quello che conta di una persona? Perchè nessuno si preoccupa più dell'interiorità, dell'intelligenza, del talento di chi ha davanti dal vivo o sui social?
Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensate, se avete avuto qualche esperienza di "body shaming" virtuale o reale e come avete reagito. A presto!

Commenti

  1. Ottima riflessione. Io credo che questo sia un modo fatto di criticoni che trasmettono frustrazioni, insicurezze, paure sui social e nei confronti di sconosciuti perché è più facile così. Alla fine ormai appunto non basta essere magri per sfuggire alle critiche perché comunque qualcosa ti diranno. Poi dall'altro lato, se ti mostri troppo perfetto (AKA photoshoppato) ti criticheranno lo stesso, anzi magari doppiamente per i messaggi che mandi. Diciamo che non se ne esce, ma quel che possiamo fare è tutti vivere in modo più sereno sia da persone online, quindi prendere le critiche da sconosciuti per quel che sono, che fa persone che seguono qualcuno online :)

    RispondiElimina

Posta un commento